Verso una cittadinanza (più) democratica

Giovanni Moro, Michele Sorice, Giorgio Fazio, Gianni Ruocco

Verso una cittadinanza (più) democratica
10 giugno 2020
dalle 19:00 alle 21:00
In diretta streaming sulle pagine facebook di Grande come una città e Lab-TV

La Scuola di Politica Popolare di Grande come una città Il Terzo Incomodo incontra Giovanni Moro e Michele Sorice per parlare di cittadinanza attiva. Moderano l’incontro Giorgio Fazio e Gianni Ruocco della Scuola di Politica Popolare.

La situazione di emergenza determinata dalla diffusione del Covid-19 ha rilanciato un ampio ventaglio di domande alle nostre democrazie, interrogandole tanto sul fondamento della limitazione di alcuni diritti costituzionali, quanto sugli effetti sociali della crisi e sulla limitazione del ruolo cui sono state costrette le politiche pubbliche negli ultimi decenni, quanto ancora, almeno per quanto riguarda l’Italia, sull’equilibrio tra poteri centrali e periferici dello Stato.
La discussione, molto viva in questi ultimi anni, sul ruolo della cittadinanza attiva, come elemento partecipativo positivo per integrare, trasformare e rivitalizzare le democrazie rappresentative contemporanee, si arricchisce così di un nuovo capitolo. Mai come in questo frangente, sotto la spinta irruenta delle nuove povertà prodotte dalla crisi, ‘vecchi’ bisogni e disagi sociali si sono affacciati con forza nello spazio pubblico, evidenziando le carenze strutturali delle nostre istituzioni. A fronte di questa emergenza, un tessuto sociale di soggetti collettivi preesistenti alla crisi ha messo in luce, spesso in sinergia con il pubblico, tutta la sua capacità strategica e operativa di raggiungere e sostenere queste povertà, evidenziando l’esigenza di mettere a sistema per il futuro la rete di assistenza capillare costruita in questo periodo.
Dall’emergenza ancora in corso, affiora allora l’esigenza di rivedere la lettura della crisi delle nostre democrazie essenzialmente in termini di declino del sistema della rappresentanza, prevalente in questi anni, spostando più decisamente l’attenzione politica, da un lato verso la rigenerazione del ruolo delle istituzioni pubbliche, dall’altro verso la definitiva valorizzazione politica e il consolidamento del ruolo democratico delle forme di autorganizzazione della società.

Giovanni Moro è professore associato di Sociologia dei fenomeni politici presso la Sapienza Università di Roma, dove insegna Sociologia dei rapporti politici e dei processi comunicativi e Teoria e pratica della cittadinanza. Le sue principali attività di ricerca riguardano la cittadinanza e le sue evoluzioni, le trasformazioni della democrazia, la partecipazione civica, le politiche pubbliche, le nuove forme di governance, la sostenibilità, la valutazione dell’impatto sociale delle organizzazioni. Tra i suoi volumi più recenti, Cittadinanza (Mondadori, 2020), Contro il non profit (Laterza, 2014) e Cittadinanza attiva e qualità della democrazia (Carocci, 2013).

Michele Sorice è professore ordinario di Sociologia dei processi culturali e comunicativi. Insegna Innovazione Democratica e Political Sociology presso il Dipartimento di Scienze Politiche della LUISS “Guido Carli”, dove dirige il Centre for Conflict and Participation Studies. Le sue principali attività di ricerca riguardano: l’innovazione democratica, il rapporto fra media e democrazia, la comunicazione politica, la democrazia deliberativa e partecipativa, la partecipazione sociale e politica, lo studio dei populismi e dei processi di depoliticizzazione. Tra le sue pubblicazioni, Partecipazione democratica. Teorie e problemi (Mondadori, 2019), Innovazione democratica. Un’introduzione (LUISS University Press, 2016), con Emiliana De Blasio e I media e la democrazia (Carocci, 2014).

Giorgio Fazio studia la filosofia politica e in particolare le evoluzioni contemporanee della teoria critica della Scuola di Francoforte. Dopo alcuni anni di ricerca in Germania, è ora docente a contratto in Storia delle dottrine politiche presso l’Università degli studi dell’Aquila e docente di storia e filosofia presso il Liceo Mameli di Roma. Collabora con la rivista Micromega e con il quotidiano il manifesto, dirige le collane Blätter e Filosofia e pensiero critico presso la casa editrice Castelvecchi, traduce dal tedesco.

Gianni Ruocco insegna Pensiero politico della colonizzazione e decolonizzazione e Democrazia e critica delle società contemporanee alla Sapienza Università di Roma. Studia, in particolare, le costruzioni razziste e le trasformazioni delle democrazie contemporanee. È stato giornalista ed è appassionato lettore di poesia. In Grande come una città è tra i coordinatori della Scuola di Politica Popolare Il Terzo incomodo.

Grande come una città
Grande come una cittàhttps://grandecomeunacitta.org
Grande come una città è un movimento politico-culturale, nato a Roma, nel Terzo municipio, per promuovere l’incontro fra le persone, creare luoghi e momenti di confronto, nella condivisione di valori come inclusione, nonviolenza, antifascismo, e nel rispetto di tutte le opinioni, etnie, religioni e orientamenti sessuali.

Post correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici

7,571FansMi piace
1,758FollowerSegui
511IscrittiIscriviti

POST RECENTI