Capitalismo e necropolitica

La Scuola di politica Popolare di Grande come una città presenta
Capitalismo e necropolitica
Il lutto e le lotte ai tempi della pandemia

Domenica 28 febbraio 2021
ore 18:30

diretta streaming sulla pagina Facebook di Grande come una città e Lab-TV

Francesca Coin (Università di Lancaster)
Ida Dominijanni (Giornalista e filosofa)
Gaia Giuliani (Ces di Coimbra)

La pandemia ha reso manifesto il carattere sacrificale del capitalismo contemporaneo.
Dopo dieci anni di austerità, la crisi sanitaria ha rivelato che la vulnerabilità alla morte non è uguale per tutti ed è una questione intrinsecamente politica. La morte si riferisce ai “piccoli massacri” causati quotidianamente dall’austerità, dai tagli al sistema pubblico e dalla privatizzazione. La morte si riferisce anche alle diseguaglianze profonde che regolano la nostra società, segnata dall’uso crescente della violenza della polizia per chiudere i confini, per annientare le proteste dei poveri, dei senza tetto, dei disoccupati, dei disabili e dei malati. Quali prospettive dopo un anno di pandemia? Quale legittimità per un capitalismo che nega il diritto di sopravvivenza? Quali lotte per difendere il diritto collettivo di vivere?

Francesca Coin è professoressa associata di Sociologia all’Università di Lancaster. Scrive su “Internazionale”. È nella redazione di “Jacobin Italia”. Il suo ultimo libro è Keep the union at bay. The racial dimensions of anti-union practices in U.S. agriculture and the long fight for migrant farm-labor representation (2018).

Ida Dominijanni è una giornalista e filosofa italiana. Scrive su “Internazionale” e su “Huffington Post”. Il suo ultimo libro è Il trucco. Sessualità e biopolitica nella fine di Berlusconi (Ediesse 2014).

Gaia Giuliani è ricercatrice permanente presso il Centro di Studi Sociali dell’Università di Coimbra, Portogallo. Qui è PI del progetto finanziato dalla FCT “(De)Othering. Deconstructing Risk and Otherness in Portuguese and European mediascapes” (2018-2021). Le sue ricerche si concentrano sulle costruzioni visive di razza e bianchezza a partire da una prospettiva intersezionale. L’ultimo suo libro è Monsters, Catastrophes and the Anthropocene. A Postcolonial Critique (Routledge 2020).

La scuola di politica popolare Il TerzoIncomodo è una scuola a iscrizione gratuita, aperta a tutte e tutti, uomini e donne, ragazze e ragazzi, donne e uomini di pace, costruttori e costruttrici di ponti, che hanno voglia di mettere insieme dubbi, riflessioni ed esperienze, di unirsi per dar vita a pensieri e a pratiche comuni, e che credono possibile lavorare insieme per trasformare il mondo.

PER ISCRIVERSI ANDARE AL LINK:
https://docs.google.com/…/1FAIpQLSeeGlMDS-7…/viewform


Grande come una città
Grande come una cittàhttps://grandecomeunacitta.org
Grande come una città è un movimento politico-culturale, nato a Roma, nel Terzo municipio, per promuovere l’incontro fra le persone, creare luoghi e momenti di confronto, nella condivisione di valori come inclusione, nonviolenza, antifascismo, e nel rispetto di tutte le opinioni, etnie, religioni e orientamenti sessuali.

Post correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici

7,571FansMi piace
1,759FollowerSegui
512IscrittiIscriviti

POST RECENTI