Dialogo tra sordi e udenti

Dall’integrazione alla relazione

 

Dialogo tra sordi e udenti

11 gennaio 2020
dalle 10:00 alle 12:00
Liceo Scientifico “Nomentano”
Sala Giovanni Falcone  – 1° piano
via della Bufalotta, 229

Il gruppo AccessibiLIS e il gruppo Musica di Grande come una città organizzano una mattinata dedicata alla riflessione sui luoghi di incontro tra sordi e udenti. Il comune impegno politico, l’educazione, la lingua, la musica sono alcuni di questi luoghi. Spazi immateriali in cui il concetto di ‘integrazione’ cede il passo a un più variegato flusso di relazioni spesso sorprendente e inaspettato, e a volte contraddittorio.

Ci daranno il benvenuto Maria Concetta Romano e Christian Raimo, assessori alle Politiche Sociali e alla Cultura del Municipio III e Beatrice D’Aversa, presidente del Gruppo Silis – Onlus, grazie al quale due interpreti professionisti tradurranno in LIS e in italiano tutti gli interventi. Monica Caretta parlerà della nascita del gruppo AccessibiLIS all’interno di Grande come una città e di come si possa immaginare una politica culturale nel Terzo Municipio aperta a sordi udenti…leggendo le labbra! Viviana Rocchi e Isabella Pinto racconteranno l’esperienza dell’ISISS Magarotto Roma di via Nomentana, una scuola in cui l’integrazione si fa alla rovescia perché tutti i bambini e tutte le maestre parlano anche la lingua dei segni. Al tempo stesso, l’intervento si soffermerà sulle problematiche di un modello così controcorrente. Ad Alessio Di Renzo e Virginia Volterra abbiamo chiesto invece di spiegare che cosa è la LIS, come, quando, perché si usa, e come le lingue parlate e le lingue segnate si incontrano, si intrecciano e si scontrano nell’esperienza concreta delle comunità sorde, nella vita personale e nella società. Paola Innocente, Ruggero Piperno e Sabrina Zunnui introdurranno il corto Il suono dei sensi, tratto dal laboratorio musicale di Marco Testoni per bambine e bambini sordi e udenti, e la mostra fotografica Cosa mi dice la musica, da loro stessi curata: brevi interviste e scatti fotografici che narrano come la musica, la forma d’arte più legata all’udito, possa diventare spazio di gioco e di scambio tra sordi e udenti. Forse non tutti la pensano così, ma i bambini ne sono convinti!

Bambine e bambini sono benvenuti al Laboratorio di gioco e lettura tenuto in italiano e in LIS dall’Associazione CODA Italia – Children of Deaf Adults. Il laboratorio è aperto a un massimo di 15 partecipanti tra i 4 e gli 8 anni. Per iscrizioni e informazioni scrivere a: [email protected] specificando nome, età del bambino e contatti di riferimento del genitore.

L’evento è patrocinato dal Municipio III.

La mostra fotografica resterà allestita presso la biblioteca del Liceo Scientifico ‘Nomentano’ fino al 31 gennaio 2020.
Sarà garantito interpretariato LIS-italiano e italiano-LIS.
Scarica la fanzina

 

Viviana Rocchi è assistente alla comunicazione presso la Scuola Media Tommaso Silvestri e insegna LIS presso l’ISSR – Istituto Statale Per Sordi.

Isabella Pinto, già docente di discipline giuridiche ed economiche, dal 2012 è dirigente scolastico: prima all’Istituto Tecnico Faraday di Ostia e, dal 2015, all’Istituto Statale di Istruzione Specializzata per Sordi “Antonio Magarotto” di Roma, Padova e Torino. Dal 1992, l’Istituto ha aperto le porte agli alunni udenti realizzando un modello in base al quale l’integrazione e l’intercultura sono alla base del percorso di crescita formativo e personale degli alunni.

Alessio di Renzo è collaboratore tecnico del laboratorio LaCAM ISTC-CNR dell’ISTC-Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR. Dirige la cooperativa Il Treno, che offre attività ludiche ed educative in LIS e italiano, e insegna LIS e Linguistica della LIS presso il Gruppo Silis – Onlus. È autore con Volterra, Roccaforte e Fontana del volume Descrivere la Lingua dei segni italiana (Il Mulino, 2019).

Virginia Volterra, dirigente di ricerca CNR, attualmente associata presso l’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione, ha coordinato progetti sull’acquisizione e lo sviluppo del linguaggio in condizioni tipiche e atipiche. Con le sue ricerche pionieristiche sulla LIS ha contribuito ad una più approfondita conoscenza e corretta diffusione di questa lingua.

* info: [email protected]
* accessibilità
– non sono presenti barriere architettoniche per l’ingresso
– sono presenti servizi igienici per disabili
– non è presente un parcheggio per disabili
* linee ATAC – http://www.atac.roma.it
* fermata Fucini/Bufalotta – linee 86, 341

Articolo precedenteRaccontare il mondo che cambia
Articolo successivoAdrian La serie
Grande come una città
Grande come una cittàhttps://grandecomeunacitta.org
Grande come una città è un movimento politico-culturale, nato a Roma, nel Terzo municipio, per promuovere l’incontro fra le persone, creare luoghi e momenti di confronto, nella condivisione di valori come inclusione, nonviolenza, antifascismo, e nel rispetto di tutte le opinioni, etnie, religioni e orientamenti sessuali.

Post correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici

7,571FansMi piace
1,747FollowerSegui
468IscrittiIscriviti

POST RECENTI