Da Remo a Stefano Cucchi

Alessandro Borghi

DA REMO A STEFANO CUCCHI
24 marzo 2019
dalle 16:00 alle 18:00
Palestra Popolare Valerio Verbano
via delle Isole Curzolane, 131 Roma

Dice, come te chiami?
Angelo Brunetti, Eccellenza, detto Ciceruacchio
Gonfaloniere de Campo Marzio, de professione carettiere, se sente da come parlo.
Dice, perché te sei impicciato de cose che non te riguardano?
Dico, perché io so’ carettiere ma a tempo perso so’ omo
e l’omo se ’mpiccia, Eccellenza.
Di fatti, vie’ Garibaldi e dice “Famo l’Italia” e io che fo? Nun me ’mpiccio?
Io so’ romano, Eccellenza, ma a tempo perso so’ italiano, è colpa?
Dice, sì! Ah! Mo è corpa esse’ italiano?
No, dice lui, è colpa perché tu hai difeso l’anarchia e la rivoluzione!
Ma no, signore, Eccellenza!
Io ho difeso Roma, er paese mio!
E lei ce lo sa mejo de me!
Ma come, i francesi me pìano a cannonate e io nun me ’mpiccio?
Nun me riguarda!
Insomma, Eccellenza, se annamo a strigne, ch’amo fatto noi?
’Sta creatura manco a dillo, ma io? Io c’ho fatto?
Ho voluto bene a Roma, embe!
E da quando in qua l’amor di Patria è diventato un delitto?
Però se nella legge vostra è un delitto voler bene al paese proprio allora io so’ corpevole!
Anzi so’ reo confesso! E m’offenderebbe pure se me rimandaste assorto!
Pur cui, Eccellenza, spero che lei si sia persuasa.
E così voi che me sembrate… oh! Ma me state a senti’?
No, dicevo spero che pure voi ve siete appersuasi
No, ma che fate? No! Il ragazzino, no!

Nino Manfredi in In nome del popolo sovrano
(Luigi Magni, 1990)

Grande come una città presenta il primo appuntamento di Me ’mpiccio! Storie e immagini di Roma. Ospite Alessandro Borghi, Da Remo a Stefano Cucchi, con Mario Sesti.

Alessandro Borghi (Roma, 1986) è diventato popolare interpretando Vittorio in Non essere cattivo, raccogliendo simbolicamente il testimone di una Roma altra, oscura, lacerata, che era stata messa in scena anche dagli altri film di Claudio Caligari, da Amore tossico in poi. Dal 2015 il suo volto e il suo corpo sono stati associati in maniera fortissima a quelli della città: da Remo a Stefano Cucchi, passando per Suburra, è come se Alessandro fosse l’anima perduta di chi in questa Roma si è perduto. Con lui e Mario Sesti parleremo di questo e del mestiere dell’attore, di cosa vuol dire rielaborare un immaginario attraverso il cinema.

* accessibilità H – non sono presenti barriere architettoniche
* linee ATAC – http://www.atac.roma.it
* info: [email protected]

Grande come una città
Grande come una cittàhttps://grandecomeunacitta.org
Grande come una città è un movimento politico-culturale, nato a Roma, nel Terzo municipio, per promuovere l’incontro fra le persone, creare luoghi e momenti di confronto, nella condivisione di valori come inclusione, nonviolenza, antifascismo, e nel rispetto di tutte le opinioni, etnie, religioni e orientamenti sessuali.

Post correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici

7,571FansMi piace
1,758FollowerSegui
511IscrittiIscriviti

POST RECENTI