Potemkin | Io la conoscevo bene

Antonio Pietrangeli

Io la conoscevo bene
9 febbraio 2020
dalle 10:30 alle 13:30
Cineteatro 33
via del Gran Paradiso, 33 Roma

La Gruppa Cinema di Grande come una città e Mario Sesti presentano Io la conoscevo bene di Antonio Pietrangeli. A seguire Mario Sesti e Christian Raimo parleranno del film con Isabella Ragonese e Paolo Pietrangeli. Torna Potemkin, il ciclo di matinée al cinema con film, colazione e dibattiti assurdi! Questa domenica ci spostiamo al Cineteatro 33 e l’ingresso sarà ad offerta libera.

Io la conoscevo bene (Italia/Francia/RFT 1965, bianco e nero, 115m) con Stefania Sandrelli (Adriana), Nino Manfredi (Cianfanna), Ugo Tognazzi (Bagini), Enrico Maria Salerno (Roberto), Mario Adorf (Emilio, ’Bietolone’)

Adriana, una ragazza del Pistoiese, lascia famiglia e provincia per trasferirsi a Roma in cerca di fortuna. Dopo essersi sistemata in un piccolo appartamento fronte Gazometro, comincia a passare da un impiego all’altro: domestica, parrucchiera, maschera in un cinema, cassiera in un bowling. Conosce vari uomini: Dario, un ladruncolo che le fa passare una notte in un albergo e al mattino fugge lasciando il conto in sospeso; Carlo, un bel ragazzo della borghesia romana ma innamorato di un’altra; uno scrittore, infine il garagista del suo stabile, con cui ha un’avventura. Piena di speranza, affida il poco denaro guadagnato a un ambiguo agente che le prospetta di lavorare nel cinema. Riesce solo a partecipare come comparsa in un film mitologico, presentare qualche vestito in teatrini di provincia e apparire in un cinegiornale. Rimasta incinta, senza sapere chi sia il padre, si vede costretta ad abortire. Torna nel Pistoiese a visitare la famiglia e scopre che la sorellina minore, Stefanella, è morta per malattia. Di nuovo a Roma, scivola da una festa all’altra, circondata da dubbi corteggiatori. Una sera balla, si ubriaca e passa la notte a gironzolare con uno sconosciuto. All’alba torna nel suo appartamento, mette un nuovo disco, si sfila la parrucca…

Nella primavera del 1961 Ruggero Maccari, Antonio Pietrangeli ed Ettore Scola iniziarono a lavorare al film intervistando comparse, soubrette e attrici alle prime armi. Per il personaggio di Adriana pensarono a Natalie Wood, Silvana Mangano, Brigitte Bardot, fino a quando Pietrangeli si impose e scelse Stefania Sandrelli, per la prima volta in un ruolo da protagonista: l’attrice si affidò a una recitazione naturalistica, alla sua bellezza acerba, riuscendo a interpretare l’innocenza del personaggio in una delle sue prove più brillanti. Il film è un capitolo importante nel cinema italiano della metà degli anni Sessanta: uno degli affreschi più feroci di un certo sottobosco cinematografico e pubblicitario comune nell’Italia del boom. Il ritratto graffiante di una Italietta industriale e provinciale, di una Roma brutale e ottusa, dove Adriana si muove in mezzo a personaggi caricaturali che contribuiscono a fare della sventurata una vinta a tutti gli effetti.

Isabella Ragonese nasce a Palermo nel maggio del 1981. Già nel 1998 la sua passione per il teatro la porta a vincere il primo premio dell’Istituto Nazionale Dramma Antico, dedicando un saggio all’Ecuba di Euripide. Nel 2000 si diploma in recitazione a Palermo. Il primo piccolo ruolo cinematografico arriva nel 2006 con Nuovomondo di Emanuele Crialese, ma è Tutta la vita davanti (2008) di Paolo Virzì, dove è una giovane precaria trapiantata a Roma a fruttarle una nomination al Il Nastro d’Argento come miglior attrice. Bello anche il suo ruolo nella commedia romantica attraverso gli anni di Dieci inverni (2009) di Valerio Mieli. La sua sfortunata Elena in La nostra vita (2010) di Daniele Luchetti le porta una nomination ai Premi David di Donatello e un Nastro d’Argento. Nello stesso anno è la compagna di Silvio Muccino in Un altro mondo. Negli ultimi anni l’abbiamo vista ne Il Giovane Favoloso (2014) con Elio Germano, con Luca Marinelli ne Il padre d’Italia (2017) e in Questione di Karma di Edoardo Falcone.

Paolo Pietrangeli (Roma, 1945) è un cantautore, regista e sceneggiatore italiano. Figlio del regista Antonio Pietrangeli, negli anni ’60 inizia a comporre canzoni a sfondo socio-politico e di protesta. Dal 1966 fa parte del Nuovo Canzoniere Italiano. Alcune delle sue composizioni divengono popolari all’interno dei movimenti giovanili di sinistra. Due in particolare, Valle Giulia e Contessa, si trasformano in veri e propri inni. Sul finire degli anni ’60 inizia ad occuparsi di cinema. È aiuto regista con Mauro Bolognini de L’assoluto naturale (1969), con Luchino Visconti in Morte a Venezia (1971) e con Federico Fellini in Roma (1972). Nel 1974 con Paul Morrissey in due film ispirati da Andy Warhol: Flesh for Frankenstein e Blood for Dracula. Nel 1974 debutta come regista con Bianco e Nero, un documentario nel mondo del neofascismo che denuncia le collusioni tra una parte dello Stato e settori eversivi dell’estrema destra. Nel 1977 dirige Porci con le ali, tratto dall’omonimo best seller. Nel 1980 I giorni cantati, con Francesco Guccini. Negli anni successivi abbandona la regia cinematografica per quella televisiva realizzando per Fininvest programmi di vastissimo successo come e. Nel 2001, con Wilma Labate e Roberto Giannarelli, dirige Genova. Per noi, un documentario dedicato alle giornate del G8 sfociate negli scontri tra manifestanti e polizia e nella morte di Carlo Giuliani.

* info: [email protected]
* linee ATAC – http://www.atac.roma.it
* fermata Jonio – metro b1 / linee bus 63, 69, 338, 351, 435, C5

Vai alla mappa

maps out

Grande come una cittàhttps://grandecomeunacitta.org
Grande come una città è un movimento politico-culturale, nato a Roma, nel Terzo municipio, per promuovere l’incontro fra le persone, creare luoghi e momenti di confronto, nella condivisione di valori come inclusione, nonviolenza, antifascismo, e nel rispetto di tutte le opinioni, etnie, religioni e orientamenti sessuali.

Post correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici

7,571FansMi piace
1,730FollowerSegui
443IscrittiIscriviti

POST RECENTI