Caro Presidente

Il viaggio che abbiamo fatto insieme nel Terzo Municipio sta per giungere a conclusione.
La tua decisione di concorrere a sindaco di Roma porta necessariamente ad una separazione dei nostri percorsi sul territorio, anche se la meta finale è comunque la stessa.

È una sfida, la tua, ambiziosa e difficile ma sappiamo che le battaglie politiche vanno fatte non perché ci siano buone probabilità di vincerle, ma perché vale la pena combatterle. In fondo è quanto ci hai dimostrato in questi anni di lavoro, insieme alla tua giunta, ciascuno nelle sue specificità, e con tutti quelli che hanno contribuito al buon lavoro di squadra che ha permesso i risultati che abbiamo sotto gli occhi nel municipio.

Soprattutto ci hai chiamato a partecipare in prima persona alla vita pubblica in tutte le sue forme, mettendoti a disposizione in ogni occasione e contribuendo a ridarci consapevolezza del nostro ruolo di Cittadini (si, con la C maiuscola) nella tutela e valorizzazione del bene comune. E, soprattutto, senza mai “mettere il cappello” sulle nostre attività. A partire da quanto si è iniziato a seminare tre anni fa, Grande Come una Città prosegue e proseguirà il suo cammino di crescita e di radicamento nella società per una politica partecipativa e dal basso.

Per tutto ciò possiamo dirti solo una parola: GRAZIE.

Siamo certi che la visione e i valori che abbiamo portato insieme avanti in tutte le nostre iniziative verranno confermati e ribaditi anche nella dimensione più ampia e complessa della realtà metropolitana di Roma.

Come sai, Grande come una Città è un movimento che si muove sul piano dell’attivismo sociale e non esprime un’affiliazione partitica né, tantomeno, intende dare indicazioni di voto. Ma sai anche che molti di noi stanno già sostenendo la tua candidatura. Altri faranno scelte diverse, coerentemente con le loro convinzioni, ma TUTTI noi vogliamo esprimerti il nostro ‘in bocca al lupo’ per la prossima competizione elettorale.

Anzi, vogliamo sottolinearlo, da tenaci visionari, con le parole di Ernesto Rossi Altiero Spinelli ed Eugenio Colorni nel manifesto di Ventotene: “Oggi è il momento in cui bisogna saper gettare via vecchi fardelli divenuti ingombranti, tenersi pronti al nuovo che sopraggiunge così diverso da tutto quello che si era immaginato, scartare gli inetti fra i vecchi e suscitare nuove energie tra i giovani. Oggi si cercano e si incontrano, cominciando a tessere la trama del futuro, coloro che hanno scorto i motivi dell’attuale crisi della civiltà europea, e che perciò raccolgono l’eredità di tutti i movimenti di elevazione dell’umanità, naufragati per incomprensione del fine da raggiungere o dei mezzi come raggiungerlo. La via da percorrere non è facile né sicura, ma deve essere percorsa e lo sarà.”

AUGURI, Presidente

Grande come una cittàhttps://grandecomeunacitta.org
Grande come una città è un movimento politico-culturale, nato a Roma, nel Terzo municipio, per promuovere l’incontro fra le persone, creare luoghi e momenti di confronto, nella condivisione di valori come inclusione, nonviolenza, antifascismo, e nel rispetto di tutte le opinioni, etnie, religioni e orientamenti sessuali.

Post correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici

7,571FansMi piace
1,642FollowerSegui
426IscrittiIscriviti

POST RECENTI