Il dovere di portare le persone vive a terra

Pietro Marrone

Il dovere di portare persone vive a terra

19 novembre 2019

dalle 18:30 alle 21:00
Csa Brancaleone
via Levanna, 11 Roma

«È un dovere portare persone vive a terra. Potrebbero essere i miei figli».
Così il 19 marzo 2019 risponde ai giornalisti dopo avere condotto in porto la nave Mare Jonio, la nave dell’Ong Mediterranea, carica di migranti. Questa è la sua storia, il racconto di una vita e di un impegno. Ne parliamo con Caterina Bonvicini, scrittrice, Andrea Billau, giornalista, e con l’Ong Mediterranea Roma. Interviene Pietro Marrone, autore di (Solferino, 2019).

Pietro Marrone nel suo libro dichiara: «Chi più chi meno, chi lavora per mare ha visto la morte in faccia. Sa cosa significa aiutare un’altra persona che proprio non ha più speranze, sa cosa si prova quando è tua la mano che l’afferra e la porta a bordo. È una seconda vita».

Pietro sa queste cose da quando è nato, in una famiglia di pescatori di Mazara del Vallo: una Sicilia che guarda in faccia la Libia, e non sempre in modo pacifico. Per tutta la vita ha voluto solo una cosa: fare il mestiere di suo padre e di suo nonno. Infatti, diventa comandante a ventiquattro anni e comincia a lavorare sui pescherecci. Ma poi ci si mette di mezzo la crisi, la guerra per il pesce, persino una raffica di mitra. È tempo di levare l’ancora e salpare per nuovi lidi, il porto di Trieste, le rotte africane. Fino a che lo raggiunge una telefonata: l’invito a imbarcarsi sulla Mare Jonio, la nave dell’Ong Mediterranea. A comandare la prima nave battente bandiera italiana adibita al salvataggio in mare, impegnata a soccorrere i migranti che muoiono a migliaia tra le onde. E Pietro capisce che in una vita piena di incontri e luoghi esotici, l’avventura più appassionante è quella che lo aspetta a casa. Anche se significa puntare il timone verso una tempesta di difficoltà, fino alla notte più lunga.

Questa non è una storia di politiche e migrazioni, di ideologie e decreti. È la storia di un uomo come tanti, il racconto universale delle scelte che ci troviamo davanti, dei momenti in cui il destino ci propone di cambiare rotta. E di un mondo antico e saggio, dove ancora resiste una legge morale innestata nella carne viva, delle persone e delle comunità. La legge del mare. L’incontro e il libro sono l’occasione per parlare con tutti gli ospiti del dovere di salvare vite umane, portare a terra i migranti.

Andrea Billau, giornalista di Radio Radicale, si occupa soprattutto di immigrazione.

Caterina Bonvicini, cresciuta a Bologna, vive e lavora tra Roma e Milano. Scrittrice, collabora con L’Espresso e Robinson di la Repubblica.

Pietro Marrone è stato pescatore, comandante di pescherecci e di navi cargo. Oggi lavora come comandante per le navi della Ong Mediterranea – Saving Humans, adibite al salvataggio in mare.

* info: [email protected]
* accessibilità
– non sono presenti barriere architettoniche per l’ingresso
– è disponibile un bagno per disabili
– non è presente un parcheggio per disabili
* linee ATAC –
* fermata Nomentana/Sannazzaro linee 60, 66, 311, 346

Vai alla mappa

maps out

Grande come una città
Grande come una cittàhttps://grandecomeunacitta.org
Grande come una città è un movimento politico-culturale, nato a Roma, nel Terzo municipio, per promuovere l’incontro fra le persone, creare luoghi e momenti di confronto, nella condivisione di valori come inclusione, nonviolenza, antifascismo, e nel rispetto di tutte le opinioni, etnie, religioni e orientamenti sessuali.

Post correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici

7,571FansMi piace
1,759FollowerSegui
512IscrittiIscriviti

POST RECENTI