ILLUMINARE GLI ANGOLI BUI 24 Nov

Diritti umani, garantismo, giustizia sociale

Giovedì 24 novembre ore 17.00
Polo Lumiere (largo Fratelli Lumiere 36)

Con la senatrice Ilaria Cucchi dialogano Marco Damilano e Luca Blasi (assessore alla Cultura del III Municipio)

Modera Angela Gennaro (Giornalista, Sveja Podcast)

Stefano Cucchi è stato ucciso attraversando diversi angoli bui della nostra democrazia. Luoghi dove lo Stato dovrebbe essere responsabile dell’incolumità delle persone inermi che detiene, ma dove invece corpi e anime vengono vessati, percossi e torturati. Gli angoli bui si trovano in caserme, reparti psichiatrici, Cpr per migranti e carceri. Vi finiscono, lontani da occhi indiscreti, quasi sempre i più poveri, gli ultimi della nostra società o i “diversi”. Non è un problema di “mele marce”, ma di una cultura democratica assente troppo spesso nelle forze dell’ordine, e di strutture pensate per infliggere sofferenza e pena come il nostro sistema carcerario.

Illuminarli è indispensabile, per tutelare a pieno i diritti umani e perché l’uguaglianza non sia solo formale ma sostanziale.

L’evento è organizzato in collaborazione con il Polo Lumiere e Grande Come Una Città.

Cos’è il Polo Lumiere?

Con l’istituzione del Polo Lumiere si è inteso sviluppare un progetto innovativo socio-sanitario integrato che risponda in modo organico alla molteplicità dei bisogni delle persone adulte con disabilità che richiedono unitariamente prestazioni sanitarie e azioni di protezione sociale, intervenendo in tutti gli ambiti della vita quotidiana (abitativo, sociale, lavorativo, terapeutico).

Gli interventi specifici a favore dei cittadini con disabilità sono stati rimodulati in co-progettazione tra Roma Capitale e ASL Roma 1, come di seguito indicato:

Linea di attività Residenziali per n.8 persone adulte con disabilità (n.6 persone con disabilità di grado medio lieve e comorbidità psichiatrica e n.2 persone con disabilità di grado medio grave con comorbidità neuro-psichiatrica)

Linea di attività psico-socio-riabilitative di tipo diurno per un numero compreso tra 90 e 100 persone adulte con disabilità in carico al Servizio Disabili adulti della ASL ROMA 1 – Distretto 3 (sulla base del bisogno degli utenti dei Servizi Disabili Adulti della ASL ROMA1

Perché un incontro sui diritti presso il Polo Lumiere?

Lo scopo del Polo Lumiere è quello di valorizzare tutte le persone che partecipano a vario titolo alle attività, riconoscendo e rispettando la specificità, il valore e le aspirazioni di ognuno. Per tutte le persone con disabilità il diritto ad essere riconosciute, a prescindere dalle singole difficoltà, come parti attive del contesto di vita.

Articolo precedente
Articolo successivo
Grande come una città
Grande come una cittàhttps://grandecomeunacitta.org
Grande come una città è un movimento politico-culturale, nato a Roma, nel Terzo municipio, per promuovere l’incontro fra le persone, creare luoghi e momenti di confronto, nella condivisione di valori come inclusione, nonviolenza, antifascismo, e nel rispetto di tutte le opinioni, etnie, religioni e orientamenti sessuali.

Post correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici

7,571FansMi piace
1,758FollowerSegui
511IscrittiIscriviti

POST RECENTI