Mario Amato ucciso dai terroristi neri

Marco Damilano e Guido Caldiron

Mario Amato ucciso dai terroristi neri
24 giugno 2020
dalle 18:00 alle 20:00
arenAgnini
Viale Adriatico, 136 Roma

(posti limitati a causa del distanziamento covid-19)

Il gruppo Storia di Grande come una città, per il ciclo Amare la storia, incontra Marco Damilano e Guido Caldiron per ricordare insieme il sostituto procuratore della Repubblica Mario Amato e gli anni dell’eversione nera.
Il 23 giugno 1980 Amato esce di casa e, mentre aspetta l’autobus 391, viene freddato da un commando neofascista, all’angolo tra viale Jonio e via Monte Rocchetta. Stava indagando sull’omicidio di Valerio Verbano e sui legami tra estrema destra ed eversione nera.
Il 23 giugno prossimo saranno quarant’anni dall’omicidio del giudice Mario Amato da parte dei terroristi neri. Il giorno dopo, il 24 giugno, faremo un incontro per ricordare quella storia, la storia dei rapporti tra criminalità organizzata, potere politico, e terroristi neri. Perché vogliamo che dalla storia dei nostri territori questa riflessione collettiva pubblica diventi collettiva, centrale.
Abbiamo avuto un paese in cui il potere è stato integrato con il terrorismo nero e la mafia, in cui il neofascismo violento è stato il codice culturale egemonico del pensiero conservatore e reazionario. La storia non va riscritta, va semplicemente raccontata tutta.

Marco Damilano (Roma, 1968) attualmente è direttore de L’Espresso. Nel 1995 ha intrapreso la professione giornalistica come redattore di Segno 7, settimanale dell’Azione Cattolica. Ha collaborato con Diario e Sette. Tra le sue pubblicazioni, La Repubblica del selfie: dalla meglio gioventù a Matteo Renzi (Rizzoli, 2015), Processo al nuovo (Laterza, 2017), Un atomo di verità (Feltrinelli, 2018).

Guido Caldiron, giornalista e saggista, scrive per il manifesto e Micromega. Ha collaborato con  radio e TV nazionali e internazionali e scritto saggi e inchieste giornalistiche incentrati sui temi della nuova destra e dell’Alt-right. Tra le sue pubblicazioni, La destra plurale. Dalla preferenza nazionale alla tolleranza zero (manifestolibri, 2001), Lessico postfascista. Parole e politiche della destra al potere (manifestolibri, 2002), Populismo globale. Culture di destra oltre lo stato-nazione (manifestolibri, 2008), La destra sociale da Salò a Tremonti (manifestolibri, 2009), Estrema destra. Chi sono oggi i nuovi fascisti? Uninchiesta esclusiva e scioccante sulle organizzazioni nere in Italia e nel mondo (Newton Compton Editori, 2013).

Vai alla mappa

maps out

Grande come una città
Grande come una cittàhttps://grandecomeunacitta.org
Grande come una città è un movimento politico-culturale, nato a Roma, nel Terzo municipio, per promuovere l’incontro fra le persone, creare luoghi e momenti di confronto, nella condivisione di valori come inclusione, nonviolenza, antifascismo, e nel rispetto di tutte le opinioni, etnie, religioni e orientamenti sessuali.

Post correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Seguici

7,571FansMi piace
1,743FollowerSegui
463IscrittiIscriviti

POST RECENTI